Inserisci il termine di ricerca e clicca invio.

MECSPE 2018, ECCO ALCUNE DELLE PRINCIPALI NOVITÀ

Inaugura il 22 marzo a Fiere di Parma la manifestazione nazionale del manifatturiero 4.0 promossa da Senaf. Quest’anno 4industry sarà media partner dell’edizione 2018. Attesi 45mila visitatori.

È partito il conto alla rovescia per l’edizione 2018 di Mecspe, la manifestazione del manifatturiero 4.0 promossa da Senaf che si terrà a Fiere di Parma dal 22 al 24 marzo. Quest’anno 4industry sarà media partner della manifestazione nazionale alla quale sono attesi oltre 45mila visitatori.

Mecspe proporrà tutte le novità sul fronte della digitalizzazione e dell’innovazione. Nuove iniziative in ottica 4.0, aziende ed espositori, 12 saloni tematici per i quali si prevede una migliore suddivisione all’interno del quartiere fieristico, con la costruzione di un nuovo padiglione per permettere un’esplorazione più fluida e un maggiore orientamento. A cominciare dall’ingresso sud, dove si svilupperà il cuore pulsante della fiera, la “Fabbrica Digitale 4.0”, con 8 filiere e 52 partner, pronti a confrontarsi sui sistemi e sulle novità in materia di integrazione digitale che contribuiscono a progettare l’industria di domani, mostrando il ruolo determinante delle tecnologie abilitanti 4.0 nei diversi settori e contesti applicativi. Tra i temi al centro, connettività e strumenti per la piccola impresa, robotica collaborativa, sviluppo prodotto con metodica 4.0, simulazione di prodotti e processi, tracciabilità, manutenzione, additive manufacturing e logistica 4.0.

Tra le iniziative speciali, Mecspe presenterà “l’Arena dell’Economia Circolare 4.0”, un ciclo di incontri in cui discutere di circular economy. Il tema del riutilizzo dei flussi di materiale, a cui le tecnologie abilitanti del 4.0 possono dare un importantissimo contributo anche in termini di innovazione, riprogettazione e armonizzazione dei cicli di produzione delle materie plastiche, verrà discusso grazie all’apporto di associazioni e aziende all’interno dell’Arena progettata dal designer e architetto Michele De Lucchi.

Tra i nuovi materiali proposti, verrà dato ampio rilievo ai materiali non ferrosi, alle leghe, ai compositi e relative tecnologie di trasformazione. Alluminio, titanio, magnesio, leghe e compositi saranno il focus di un’area che, attraverso l’esposizione delle aziende che prenderanno parte alla fiera e le conferenze tematiche, offrirà ai visitatori interessanti spunti di trasferimento tecnologico e nuove soluzioni di progettazione e realizzazione. Il Salone Additive Manufacturing si concentrerà invece sulle tecnologie di stampa 3D professionale che consentono di incrementare l’efficacia e l’efficienza del processo produttivo e di prototipazione, garantendo maggiore flessibilità con costi e tempi ridotti. Ma Mecspe è anche formazione, in quanto è in programma l’ultima tappa dei “Laboratori Mecspe Fabbrica Digitale, La via italiana per l’industria 4.0”, evento che proporrà un dibattito sui temi della formazione e delle nuove figure professionali all’interno della fabbrica 4.0, con la presentazione dei dati nazionali dell’Osservatorio Mecspe sulle pmi italiane operanti nel settore della meccanica.