Inserisci il termine di ricerca e clicca invio.

Drone bersaglio M-40, via libera all’impiego operativo

Il dispositivo è stato progettato da Leonardo e, dopo una serie di test, ha ottenuto l’autorizzazione all’uso da ARMAEREO.

Il nome in codice è Mirach-40 (M-40). Si tratta del nuovo drone di Leonardo – azienda globale ad alta tecnologia nei settori dell’aerospazio, difesa e sicurezza – che, terminata la campagna di test al Poligono interforze di Salto di Quirra, in Sardegna, ha ottenuto l’autorizzazione all’impiego dalla Direzione degli armamenti aeronautici e per l’aeronavigabilità (ARMAEREO).

L’M-40 è ora pronto per l’uso operativo nell’ambito di un contratto di servizio triennale tra Leonardo e la NATO Support and Procurement Agency (NSPA), che ha preso il via a gennaio di quest’anno. L’M-40 è l’ultimo modello della famiglia di aero-bersagli ‘Mirach’ di Leonardo. Si tratta di sistemi che simulano minacce nemiche, permettendo alle forze aeree, navali e terrestri di addestrarsi con missili aria-aria e superficie-aria, quali Stinger, Aster e Aspide. Simulando minacce aeree o missili guidati, l’M-40 permette il training di operatori di armamenti e radar contro obiettivi realistici.

Per venti anni Leonardo ha operato, presso il poligono di Salto di Quirra, gli aero-bersagli Mirach 100/5 per conto delle forze armate italiane per attività di addestramento e di validazione di sistemi d’arma, nell’ambito di un contratto di servizio. In base all’ultimo accordo firmato con la NSPA, l’azienda continuerà a utilizzare i Mirach-100/5, integrando però nelle attività anche il neonato M-40.

Il drone in questione è unico in termini di progettazione, poiché è concepito per fornire prestazioni medio-alte a costi paragonabili, fa sapere Leonardo, a quelli di droni di fascia basica dei competitors. Inoltre, è capace di simulare in modo realistico una varietà di velivoli e missili, incluse minacce radar, all’infrarosso e visibili. Per assicurare prestazioni il più realistiche possibili, l’M-40 può svolgere missioni sea-skimming a bassissima quota, voli a formazioni serrate e manovre ‘high-G’.

La produzione di aero-bersagli di Leonardo risale agli anni Settanta e cresce con la certificazione del Mirach 100/5 da ARMAEREO nel 1998. Da allora, questo prodotto è diventato parte integrante degli equipaggiamenti di molte forze armate incluse quelle di Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Regno Unito, Spagna, Algeria, Argentina e Israele.