Inserisci il termine di ricerca e clicca invio.

DRONE DI PRIMO SOCCORSO: LE NUOVE APPLICAZIONI DI HELI-LAB

Dal campo cinematografico a quello medico-sanitario, Heli-lab customizza droni non solo come apparato aereo ma come una piattaforma multisensore che può aggiungere la terza dimensione a tutto quello che già si fa in maniera molto evoluta su terra. Attraverso il drone con a bordo camere multispettrali e all’infrarosso, termiche, si possono fare ricerche e soccorso di dispersi oppure analizzare aree boschive e forestali per prevenire il rischio di incendio e per gestire situazioni di eventi calamitosi o tutto ciò che possa essere di competenza della Protezione Civile. Il drone può anche trasportare cassetta medica di primo soccorso e farmaci in quelle zone di difficile accesso per squadre su terra. La più recente applicazione che fa del drone un ponte radio, proposta a Pharmintech, sviluppata in collaborazione con l’Università di Catania consente di creare connettività quando a terra viene a mancare in concomitanza di eventi calamitosi e di trasferire su cloud o server remoto immagini e audio acquisiti che possono essere rielaborati da un tecnico in real time anche a centinaia di km. di distanza. Antonio Raspanti di Heli-Lab presenta le innovative declinazioni del drone.