Inserisci il termine di ricerca e clicca invio.

HYPERTEC SOLUTION TRA LE MIGLIORI 1.000 AZIENDE EUROPEE

Il Financial Times ha pubblicato ‘FT 1000’, una lista delle imprese che in Europa crescono più velocemente. L’azienda con sede a Rovereto è al 199esimo posto.

Hypertec Solution è stata selezionata dal Financial Times tra le ‘Europe’s fastest growing companies‘. Dopo avere analizzato oltre 50mila società in Europa, l’autorevole periodico ha stretto il cerchio fino a comprenderne mille. Secondo i criteri adottati dal Financial Times, queste mille imprese sono le migliori aziende in crescita in tutto il panorama europeo. E Hypertec Solution, che offre servizi di ingegneria, si è posizionata al 199esimo posto nella lista ‘FT 1000’.

Si tratta di un report speciale redatto dal prestigioso giornale economico-finanziario e rilasciato come supplemento assieme al numero di venerdì 7 aprile. «Innovazione e rapidità nella crescita delle aziende sono i parametri guida dell’economia europea del 21esimo secolo – si legge nella presentazione di ‘FT 1000’ -. Questi criteri generano lavoro e sostengono la competitività dell’Europa. ‘FT 1000’ elenca le mille aziende in Europa che hanno ottenuto le più alte percentuali di crescita in termini di fatturato nel periodo 2012-2015».

La maggior parte delle aziende selezionate ha sede a Londra, seguono Parigi, Milano e Berlino. Hypertec Solution, fondata nel 2011, fa parte di quelle imprese italiane scelte dal Financial Times. Con sede legale a Rovereto e cinque sedi operative in Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna, Hypertec Solution ottiene la 199esima posizione nel ranking europeo. Come riportato dal Financial Times, il fatturato è cresciuto del 612% nel periodo 2012-2015, attestandosi a 4,308 milioni di euro nel 2015. E se nel 2015, anno in cui si è conclusa la ricerca del giornale anglosassone, i dipendenti erano 42, oggi sono un centinaio. «Dietro tutto questo ci sono persone lungimiranti che credono nell’innovazione – commenta il presidente di Hypertec Solution Daniele Dall’Olio -. Il principale investimento è sulla ricerca di giovani talenti. Per questo, abbiamo importanti relazioni con le maggiori università, mentre all’interno dell’azienda esiste una ‘Farm’ per formare il capitale umano». Guardando al futuro, Dall’Olio aggiunge: «L’obiettivo è l’Europa, esportando lo stile e l’ingegneria made in Italy. Per fare questo, dobbiamo raddoppiare i nostri numeri».