Inserisci il termine di ricerca e clicca invio.

Torre Eiffel, è di Autodesk il modello 3D della riqualificazione dell’area circostante

Per tutta la fase di restauro del sito, il modello 3D potrà interagire con il pubblico durante il processo di progettazione e costruzione.

Svelata la nuova veste dell’area circostante della Torre Eiffel: si tratta di un modello 3D che porta la firma di Autodesk, azienda con sede a Milano che realizza software.

Il modello sarà utilizzato dal Comune di Parigi per tutta la fase di restauro del sito – un’area di circa 2,4 chilometri quadri – per interagire con il pubblico durante il processo di progettazione e costruzione, permettendo sia a parigini che ai turisti di ‘vivere’ la Torre Eiffel come mai prima d’ora: con una visione 3D virtuale.

Autodesk è, al momento, l’unico partner tecnologico a collaborare con la Città di Parigi in questo progetto che vede l’utilizzato del BIM (Building Information Modelling) per creare il più grande modello di urbanistica al mondo, completo di edifici, strade e infrastrutture, aree e attraversamenti pedonali, spazi verdi. «Integrare un modello digitale 3D e imporre l’uso del BIM nel contest lanciato per questo importante progetto rafforza il processo creativo consentendo ad architetti e ingegneri di simulare rapidamente diverse ipotesi progettuali e verificarne visivamente la coerenza», ha sottolineato Nicolas Mangon, senior vicepresident AEC strategy and business marketing di Autodesk. Naturalmente, le dimensioni del progetto hanno rappresentato una sfida entusiasmante per il team Autodesk, incaricato di creare il set di dati del modello 3D.

Nel corso dell’evento che si è tenuto nel Municipio di Parigi, sono stati svelati i quattro team scelti per concorrere alla riqualifica dell’area. «Questo è un nuovo modo di concepire la città: con queste tecnologie 3D saremo in grado di visualizzare le proposte di sviluppo dei team che gestiscono il progetto. Il BIM migliorerà i progetti grazie a una visione più chiara della loro integrazione nel sito», ha commentato Jean-Louis Missika, vicesindaco di Parigi e responsabile per l’urbanistica. Mentre Jean-François Martins, responsabile di tutte le questioni relative al turismo, ha aggiunto: «Il modello creato da Autodesk ci permetterà di valutare in modo ottimale la proposta delle squadre candidate». Infatti, nel corso dei prossimi anni, Autodesk lavorerà con i team per visualizzare i progetti della riqualifica del sito della Torre Eiffel, fornendo loro accesso a una versione semplificata del modello 3D da utilizzare durante le diverse fasi del processo del concorso. Il modello permetterà di mostrare i componenti di progettazione da diverse visuali e linee di vista, consentendo ai team di creare proposte personalizzate per il futuro spazio urbano. I quattro progetti saranno presentati nella primavera 2019, mentre la fase di realizzazione del progetto vincitore inizierà nel 2021.